Istituto museale
delle droghe e della prevenzione

Il museo stupefacente

Ideazione, contenuti, responsabilità Dott. Giuseppe Montefrancesco

17
venerdì
novembre

Lo staff

Il Museo Stupefacente non potrebbe esistere senza la rete di collaborazioni tessuta internamente ed esternamente.

…”La conoscenza riluce all’interno e all’esterno, in forme svariate; e non c’è essere di oggetto che esista fuori della conoscenza. Il mondo intero è dunque fatto di conoscenza. Nessuna entità è percepita senza la conoscenza: se ne deduce che la conoscenza costituisce la natura essenziale dell’oggetto. […] L’unicità di natura del conoscere e del conoscibile è provata dal fatto che di essi si ha esperienza sempre insieme allo stesso tempo…” (Kālikā-krama)

In questa ottica Mustu si avvale, da un lato, del supporto di importanti relatori scientifici che attraverso la loro conoscenza possono trovare il modo di descrivere tematiche altamente controverse in modo semplice e chiaro, dall’altro un gruppo di istituzioni e soggetti, pubblici o privati, che hanno scelto di appoggiare la missione di Mustu in varie forme.

Essi ci permettono di raggiungere il nostro obiettivo comune: sensibilizzare il più vasto pubblico possibile sullo studio delle cause e sugli effetti delle dipendenze e delle sostanze stupefacenti. Di contro le nostre partnership nazionali ed internazionali beneficiano dell’interesse che Mustu riscuote, ampliando i propri obiettivi associando il proprio supporto alla popolarità del Museo